PRESTO ON LINE

Fiorirà la prossima primavera…

Registrati qui

3 Responses to “PRESTO ON LINE”

  1. Stefano Says:

    Per il concime: vai in un maneggio e trova letame, meglio se non fresco. Contiene azoto, fondamentale per preparare il terreno. Tenere 15 giorni. Ritrattare il terreno e preparare per la semina.
    Garantito Luigi Tosoni, coltivatore di pomodori e insalate urbane.

  2. Donneinordinesparso Says:

    Per il potassio, direi che proprio non puoi sbagliare!
    Devo proprio ricordati dove andarlo a cercare?
    ;-)

  3. Maurus Says:

    Cresce, cresce, eppur cresce!!!!
    che soddisfazione osservare che cresce!!!!
    Mangia, mangia, eppur mangia!!!!
    che soddisfazione mangiare ciò che hai visto crescere!!!!
    …..
    Ecco, da qui inizia la mia riflessione, intesa come ri-flessione, ovvero un ritrovato ripiegare il mio corpo e la mia attenzione su codesto orto urbano che assai tante gioie dona al web intiero.
    Melanza, facioletto, pommidoro: che buoni, che gusto! e poi pensare che ciò è contro – sì: contro il sistema produttivistico-distributoriale-consumiforme. Altro che negozi, altro che grande distribuzione, altro che centri commerciali.
    E’ la rivincita del naturale, che insidia l’urbanizzazione grazie alla competenza di un incompetente. Sì, perché l’uomo urbano che fonda l’orto urbano non è natura, bensì mostruosità —> è il CITTADINO!
    E non ha competenza, inteso come conoscenza, e non ha competenza, inteso come attribuzione.
    Non ti compete, chi te l’ha chiesto. Tu sei urbano, mica villano.
    Ma è esattamente questo l’atto profondo di libertà.
    L’IO che supera un arcaico SUPER-IO fatto di cemento ed asfalto, e trova un nuovo SE’ nella terra e nel concime.
    …..
    Pongo un quesito che spero alcuno possa soddisfare: la cicerchia può essere oggetto d’orto urbano, e suo frutto insperato? e poi, nell’eventuale improbabilità, come la si prepara per una appetitosa pietanza?
    …..
    Ciao a tutti.

Leave a Reply