Pomodori migranti

In attesa del video che testimonia la raccolta delle patate aziendali (preparatevi perché è andata moooooolto bene!) Luigi ci fa sognare con questo viaggio botanico. Ecco a voi i pomodori migranti!

Quando si parla di migrazioni la mente disegna enormi stormi di uccelli che attraversao i cieli. Quando si parla di migranti ci riferiamo spesso a donne e uomini che cercano un futuro migliore in terre lontane…
Luigi, migrante esplosivo del Salento, ci mostra in questo video che anche le colture possono migrare.

4 Responses to “Pomodori migranti”

  1. Ross Says:

    ma sono tantissimi :)

  2. kleshamusic Says:

    Soul Train — Sud Sound System
    Pallidu politicu nu nci a statu mai in seconda classe sul treno che va da Lecce a Schauffausen chinu de gente si ma gente ca sta fugge lontano dalla loro terra d’origine amara e resa pesante come il piombo mandata allo sbaraglio lasciata affondare tradita depredata sbranata e violentata e me chiedi se cuss“ se po campa’ ieu la sacciu pecce’ lu portu lu paccu de cartune tenutu cu la corda comu quiddhru ca ui viditi purtare sulli binari delle stazioni de nu meridionale quista e’ la soluzione gente costretta all’emigrazione.
    Un abbraccio cumpà Luigi

  3. Grazia Says:

    Sempre originali! Vi ho segnalato anche su questo sito di panini creativi dove si parlava di un argomento che sono il vostro pane quotidiano.
    http://www.paninodautore.it/?p=1280

    Un saluto
    G.

  4. Donata Says:

    Sempre grande Luigi… queste povere piantine rimaste orfane non avrebbero avuto scampo.. ma ecco che le mani esperte ed affettuose del nostro contadino urbano le hanno raccolte e trasportate indenni in una terra, diversa sì, ma sempre madre.. e i frutti non potevano non arrivare..
    Questo video è un film e tutto, dalle immagini alla musica, è tutto è degno di un oscar

Leave a Reply