Archive for the ‘L'orto di Via Rossano’ Category

Fagioli sul satellite!

Friday, May 30th, 2008

Buone notizie per l’orto di via Rossano. Qualche giorno fa ho interrato i fagioli che oramai nel semenzaio stavano stretti stretti. Il video che testimonia questa delicata operazione è stato selezionato per la messa in onda su YKS un canale satellitare fatto interamente dagli utenti. Per questo lo vedrete addirittura con una sigla e un titolo.

Tornando a questioni più terrene come potrete vedere è un video notturno. Questo perché, come molti sapranno, il sole è una minaccia per le piante che dal semenzaio passano all’orto in terra. Il tramonto è il miglior momento, ma il fascino della notte? Non ho saputo resistere… Ladies and Gentleman, ortourbano by night welcomes you!

Eccolo!

Sunday, April 20th, 2008

Ci siamo, dopo i due criptici video sulla preparazione del terreno e la concimazione cominciamo a vedere qualche foglia!

Ho piantato. Alla fine la scelta è caduta su un bizzarro mix (ma neanche troppo) che vede le seguenti piantine già a terra:

Pomodoro ciliegino

Fragole

Cetriolo

Melanzana tonda nera

Peperone frigitello

E i sacrosanti fagioli borlotti in un semenzaio casareccio (i bicchieri di plastica vanno bene ma dovete ricordarvi di bucarli sotto altrimenti l’acqua ristagna e la pianta vi odierà per quelle poche ore di vita che gli avrete concesso).

Ho cercato di rispettare tutti i consigli che ho ricevuto e letto. Ho fatto girare (per quanto possibile) le piante rispetto la posizione dello scorso anno. Ho rispettato una distanza minima per evitare l’affollamento di fogliame quando saranno grandicelle. Ho preparato prima del trapianto delle lussuose prodi duplex. Il terreno era ben umido e la temperatura ambientale bassa (il tramonto è il miglior momento per trapiantere).

Non ho girato alcun video perché il momento era veramente delicato. Poi speravo nella webcam de “L’orto in diretta” che però ancora ha dei seri problemi tecnici.

Comunque ci sono delle foto molto eloquenti!

Guarda lo slide show di ORTOURBANO.IT

A presto,

Ale.

La concimazione

Tuesday, April 8th, 2008

Ok ok… c’ho messo un po’ di tempo!

Ma non è solo colpa mia, pensate a quanto ha piovuto nelle ultime settimane, alla Pasqua, al lavoro, alla macchina che si ferma, al pc che si impalla, alle scarpe strette…

In ogni modo sono andato molto avanti con l’orto di via Rossano.

Ci eravamo lasciati con la missione a Capannelle, bene. Portata la misteriosa busta nera a casa ho dovuto aspettare una settimana per motivi “tecnici” dopodiché, come consigliatomi, ho interrato il tutto.

Come vedrete nel video ho fatto un lungo solco centrale. Questo perché vorrei capire quanto poi effettivamente il concime aiuti le piante e qual’è la distanza migliore. Le piante infatti verranno posizionate trasversalmente a questa “linea di letame”.

I l video in realtà risale almeno a 4 settimane fa, come ho scritto prima sono andato avanti ma non voglio snocciolare tutto subito. Qualcuno di voi ha già visto l’orto in diretta. Questa sarà la vera prossima novità di ortourbano.it, per ora ho dei problemi tecnici e quindi vi dovete accontentare del monoscopio di Mogulus.

Vi lascio al video. Buona visione.

Da qualche parte dobbiamo pur cominciare!

Wednesday, March 5th, 2008

Si lo so… la primavera non è ancora arrivata e io avevo promesso di aspettare la bella stagione per dar inizio a questo blog.

Intendiamoci subito, una caratteristica fondamentale che contraddistingue il vero coltivatore urbano è proprio questa: la smania di metter mano alla terra! L’irrefrenabile necessità di confrontarsi con la zappa.

Da giorni ne parlo con amici e parenti e non resisto oltre: benvenuti nel mio orto!

La scorsa settimana ho scambiato un po’ di opinioni con gente autorevole (Zio Bastianino, il vivaio dell’appia antica, Nico…) e tutti mi hanno consigliato la stessa cosa. Ancora non è tempo di semina, a meno che non ci sia una bella serra a scaldare le mie piantine.

Per ora, se proprio si vuol cominciare, è il caso di preparare il terreno. La preparazione consiste fondamentalmente nella pulizia, lo scasso e la sistemazione o erpicatura del terreno.

Lo scasso l’ho saltato perché il terreno era già stato coltivato l’anno scorso (con modesti risultati).

Ho quindi semplicemente tolto di mezzo ortiche, sassi, mollette e soldatini di piombo e poi zappettato e rastrellato il tutto per ottenere un vero e proprio letto morbido e caldo!

In questo video iperamatoriale la testimonianza di tanto lavoro!

Il prossimo week end dovrei passare alla concimazione del terreno, e qui già si cade in un dilemma enorme.Cosa usare? Fertilizzanti chimici (comode praline ricche di Azoto, fosforo, potassio, calcio, magnesio etc etc) o fertilizzanti organici (pungenti palate di letame caldo)?Saluti,

Ale.